Musicisti 2.0: pronti alla sfida?

Promuovere la vostra musica online. Si, ma da dove iniziare? Se il vostro sogno è fare musica, ma non avete contatti nel mercato musicale, ho due notizie per voi: una cattiva ed una buona.
Cominciamo dalla cattiva (ed anche abbastanza scontata): senza contatti non arriverete da nessuna parte! Se anche non avete contatti, per riuscire nella via tradizionale non dovete solo essere dei buoni musicisti, ma avere ottime abilità nel fare network. Se proprio siete negati per questo, potete sempre assumere qualcuno che lo sappia fare per voi, ma questo presuppone che siate ben capitalizzati e possiate sostenere l’investimento fino a quando non abbiate raggiunto il risultato.
La notizia buona, è che oggi non avete alcun bisogno di passare per la via tradizionale (che tradotto significa major musicali e/o etichette indipendenti). Internet vi offre già tutti gli strumenti per pubblicare la vostra musica praticamente a costo zero, e direttamente negli stessi mercati digitali utilizzati dagli attori di prim’ordine. Stiamo parlando di iTunes Italia per chi compone musica in lingua italiana, e di Amazon Mp3, iTunes Usa – Europa – Giappone, Napster e tantissimi altri store on-line.
L’altra grande opportunità che vi offre il web è quella promozionale. Mai nella storia è esistito un momento fertile come questo per promuovere la propria musica ed emergere dalla massa con tanta facilità ed economicità.
Esistono principalmente due vie per promuoversi sul web: per riuscire dovrete sapere percorrere correttamente entrambe! La prima riguarda gli strumenti vetrina. Siti web, blog, articoli di marketing e piattaforme per il lancio di comunicati stampa, rientrano tra questi. La seconda via è quella virale, che ha per scopo entrare nella conversazioni delle persone. Si realizza tramite siti collaborativi ed il cosiddetto web musicale 2.0: youtube, twitter, myspace e facebook sono solo alcuni esempi.
La strada è stata già percorsa dai primi pionieri, ma rimane perlopiù ancora inesplorata. Forse non permetterà a tutti di diventare delle star acclamate, ma proprio la caduta delle stelle provocherà una maggiore facilità di accesso ai guadagni musicali a tutti quei musicisti indipendenti che prima erano estromessi dal “sistema blockbuster”.
E voi, musicisti del web, siete pronti a raccogliere la sfida della musica 2.0?

1 commento:

Alieno per Caso ha detto...

beh esistono anche altri modi per promuovere la propria musica, anche a costo zero. Come? Beh Jamendo è una buona opportunità...sempre che si tratti di musica licenziata sotto Creative Commons.

In quest'ambito a Napoli ci sono un gruppo di persone che si stanno muopvendo come nessuno mai è riuscito sin'ora. Cercano di realizzare un canale dedicato per promuovere tutti i musicisti licenziati CC e dargli l'opportunità che meritano. Una serie di eventi LIVE ad alto contenuto musicale.


Smetti di perdere tempo! Resta aggiornato sulle guide per monetizzare la tua arte!

E' Gratis:


!-- Codice per accettazione cookie - Inizio -->